Donne e sicurezza secondo uno studio IVRI

01 Giu 2012

di Ilaria Garaffoni

MILANO – Il 26,8% delle donne italiane non è tranquilla a casa propria e il 52,2% non si sente sicura nella propria città. Lo indica il rapporto di ricerca Gli italiani, tra senso di sicurezza e percezione del rischio promosso da IVRI e condotto da Ispo di Renato Mannheimer. Ma c’è di più: l’8% della donne accusa una totale insicurezza a casa propria e il 18% si sente completamente insicura nella propria città. Destano maggiore inquietudine le città deserte (29,7%) e i periodi dell’anno in cui la gente è in vacanza (22,2%). La notte è fonte di timori per il 16,5% delle intervistate. Dall’indagine emerge però che oltre il 22% delle donne ha installato nella propria abitazione un sistema di allarme collegato a un numero privato (15,7%) o a una centrale di pronto intervento (6,7%).

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi