Trasporto valori: siamo nel 2010 e tutto va male

Eur-strappatof

Ne parliamo con Paolo Spollon, Vicepresidente di Assovalori

Qual è lo stato di salute del trasporto valori in Italia?

E’ una domanda alla quale occorre dare una risposta articolata.
Si deve innanzitutto esaminare la situazione del mercato, verificando se si tratti di un settore maturo, statico o con margini di crescita. Le recenti statistiche della Banca Centrale Europea evidenziano un incremento del contante in circolazione; incremento dovuto però a cause contingenti: crisi finanziaria del 2008, utilizzo dell’Euro per tesaurizzazione anche da soggetti al di fuori dell’area Euro ecc.

Continua a leggere

Unione Italiana Tiro a Segno: la conferma di Ente Pubblico

obrist

Ne parliamo con Ernfried Obrist, Presidente U.I.T.S. , Unione Italiana di Tiro a Segno

E’ stato un triennio difficile per l’UITS, che ha rischiato addirittura lo scioglimento. Con la riconferma ad Ente Pubblico del 9 ottobre scorso, però, si dovrebbe aprire un’annata più serena. Cosa rappresenta questa qualifica per l’UITS e quali sono i vostri obiettivi per questo 2010?

La conferma dell’Unione Italiana di Tiro a Segno è uno dei più importanti risultati che il tiro a segno in Italia abbia mai avuto.
Le attività da mettere in campo sono molteplici ma posso individuare tre grandi filoni: formazione (qualità), sicurezza e obiettivi olimpici.

Continua a leggere

La riforma prende forma: ottimismo al Viminale

logo-ministero-Interno

Ne parliamo con Valter Crudo, Direttore dell’Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale con funzioni di Vice Presidente della Commissione Consultiva Centrale.

Come procedono i lavori in Commissione Consultiva Centrale? Può darci un’idea delle tempistiche di emanazione dei decreti attuativi del DPR di riforma 153/2008?
I lavori della Commissione procedono alacremente, ma la materia da regolamentare è molto complessa. Per questo motivo si è deciso di creare delle sottocommissioni tematiche (capacità tecnica e formazione professionale) che stanno predisponendo le bozze da sottoporre alla Commissione in seduta plenaria.  Credo che per l’inizio del nuovo anno avremo la bozza di decreto in materia di capacità tecnica e qualità del servizio da sottoporre al Consiglio di Stato per il parere.

Continua a leggere

Security portuale, guardie giurate, incaricato di pubblico servizio

security-portuale

Ne parliamo con Vincenzo Acunzo, Sost. Commissario della Polizia di Stato e membro del Nucleo Ispettori esperti per la sicurezza dell’aviazione civile contro gli atti d’interferenza illecita.

Pochi giorni di pubblicazione in G.U. ed è subito polemica per il DM 154- 2009: secondo gli operatori portuali, l’affido della security portuale alle gpg rischierebbe infatti di paralizzare i terminal. Vogliamo chiarire quali sono le novità più rilevanti del “decreto incriminato”?
Come noto, l’art. 18 del decreto legge 27 luglio 2005, n.144 (poi convertito nella legge 31 luglio 2005, n.155), recante misure urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale, ha consentito l’affidamento alle guardie giurate – sia dipendenti dai gestori sia da istituti di vigilanza privata – dei servizi di sicurezza sussidiaria nell’ambito dei porti, delle stazioni ferroviarie, dellestazioni delle ferrovie metropolitane nonché nell’ambito delle linee di trasporto urbano.

Continua a leggere