CCNL della vigilanza privata e regolamentazione portierati: ancora tutto fermo

Luigi-Gabriele

Tavoli di negoziazione che si rompono irrimediabilmente, trattative arenate su punti nodali quali la regolamentazione del portierato, minacce di recesso e l’idea di un contratto nuovo ben sospesa in aria.
Questa la situazione per le 40.000 guardie giurate che aspettano un rinnovo contrattuale da quasi quattro anni.
www.vigilanzaprivataonline.com ha intervistato Luigi Gabriele, Presidente di Federsicurezza , per capire qual è lo stato dell’arte.

Continua a leggere

Nuovo CCNL sicurezza disarmata e aeroportuale (sic): ci mancava!

Sicurezza-areoportuale

ROMA – Per chi stava entrando in crisi da astinenza da sigle di contratto collettivo nazionale per la sicurezza sussidiaria, annunciamo la lieta sottoscrizione dell’ennesimo C.C.N.L. per gli addetti alla Vigilanza non armata, il quarto in meno di due anni.
Il contratto, firmato dalla Confederazione Europea delle Professioni e delle Aziende (CEPA) e dalla Confederazione SI-CEL (Sindacato Italiano – Confederazione Europea del Lavoro), disciplina l’attività dei dipendenti di agenzia di sicurezza (portierato, controllo accessi, ex buttafuori, ecc,), istituti di investigazioni private, informazioni commerciali e degli addetti alla security aeroportuale, materia di esclusiva pertinenza delle guardie giurate.

Continua a leggere

CCNL vigilanza privata: recesso Federsicurezza

Nella newsletter di Federsicurezza si formalizza il recesso dal CCNL della vigilanza privata.
Si chiude quindi un’era per un contratto scaduto ormai nel 2008. Forse – forse – se ne aprirà un’altra, ma per ora quel che si sa è che le guardie giurate continuano ad aspettare Godot.
Leggetevi la newsletter inviata dal Presidente di Federsicurezza agli istituti di Vigilanza Privata associati, anche per avere una cronistoria (ovviamente dal loro punto di vista) di questa tormentata vicenda. Vicenda che pare ormai giunta al suo triste epilogo.

Continua a leggere

Rinnovo CCNL Vigilanza privata: Federsicurezza recede?

recesso

ROMA – Il tavolo di confronto per il rinnovo del contratto collettivo nazionale della vigilanza privata procede senza sosta. Mentre la negoziazione con Assiv/Cooperazione si avvia al rush finale con cinque giornate successive di confronto (ma le delegazioni territoriali Filcams – Cgil diffidano dall’accettare le proposte economiche), Federsicurezza propone un “saldo” delle pendenze giudiziarie sull’indennità di vacanza contrattuale e ipotizza di poter recedere dall’attuale contratto per “sopravvenuta impossibilità ad onorarlo”, rilanciando al contempo la propria volontà di costruire un CCNL nuovo e moderno.

Continua a leggere

Rinnovo CCNL vigilanza privata: 660 euro?

ROMA – Prosegue il negoziato tra le rappresentanze sindacali della vigilanza privata e Assiv/Cooperazione. Queste le proposte datoriali: 300 euro per il mancato rinnovo contrattuale e un aumento di 55 euro al IV livello per il triennio di vigenza. Totale: 660 euro di aumento complessivo a regime per il triennio. Una cifra senz’altro migliorativa rispetto alle precedenti, ma che non soddisfa i sindacati.

Continua a leggere