Guardie giurate e doppio lavoro

Spett.le Redazione
oltre a ringraziarVi per l’ottimo servizio che offrite alle guardie giurate, vorrei porre una domanda. Una GPG può (fuori servizio) fare produzione per un altro istituto di vigilanza privata, che opera nella stessa provincia e anche fuori? Certo di una cortese risposta, porgo i migliori saluti.

G.P.G TOSCANA

Caro amico
risponde il nostro esperto in contrattualistica, Giordano Lacasella: “durante l’intero rapporto di lavoro – anche al di fuori dell’orario e del luogo di lavoro – e sino alla sua effettiva cessazione, compreso l’eventuale periodo di preavviso, il dipendente è obbligato ad astenersi da qualsiasi condotta che, per sua natura o per le sue possibili conseguenze, risulti in conflitto con gli interessi e le finalità dell’impresa per la quale lavora. In concreto, tale obbligo si traduce, ai sensi dell’art. 2105 c.c., nel divieto di trattare affari per conto proprio o di terzi in concorrenza con l’imprenditore nello stesso settore produttivo o commerciale in cui opera quest’ultimo”.

La risposta mi pare chiara: se lavori anche per un altro IVP concorrente, violi il vincolo di fedeltà che lega ciascun dipendente al proprio datore di lavoro (con rischi molto elevati, fino al licenziamento per giusta causa). Fossi in te, eviterei…

Grazie per aver fatto sentire la tua voce obliqua
Ilaria Garaffoni