Portieri o guardie giurate? Questo è il problema

minifict

Gentile Dottoressa Garaffoni,

mi permetto (visto la sua competenza sul DM in uscita), chiederle se i servizi di puro portierato ricadano nella competenza degli istituti di vigilanza o meno.
Grazie

Cosimo

Caro Lettore,

i servizi di portierato in senso stretto (laddove per portierato s’intenda, cioè, l’attività volta a garantire l’ordinata utilizzazione dell’immobile da parte dei fruitori senza che vengano in rilievo – se non in via del tutto mediata ed indiretta – finalità di prevenzione e sicurezza) non rientra nelle attività o nei servizi di vigilanza privata. Il recente DM sulla capacità tecnica, muovendo anche da questo presupposto, individua per la prima volta i servizi che debbono essere svolti esclusivamente da guardie giurate (e che, quindi, non possono essere appannaggio di portieri o comunque di qiuella vasta pletora di operatori di c.d. vigilanza non decretata o disarmata). In assenza del DM, il mercato ha però ampiamente giocato sull’equivoco, utilizzando disinvoltamente operatori non decretati, come tali formati e come tali retribuiti (portieri, receptionist, addetti all’accoglienza) anche o solo per funzioni propriamente di sicurezza, in certi casi addirittura per svolgere funzioni antiterrorismo. La cronaca riporta esempi di controlli radiogeni di security portuale ad opera di “portieri”. Mancando un contratto collettivo nazionale unitario per queste figure, la scelta della contrattazione è sempre stata guidata dalla logica dell’analogia (multiservizi, portierato immobiliare, pulizie etc)…e ovviamente del risparmio. Con il DM sulla capacità tecnica si dovrebbe sgombrare il campo almeno dai casi più eclatanti di “dumping interno”. Clicchi sulla nuvola dei tag a destra della nostra home page digitando la parola “portierato” e troverà una vasta letteratura in materia https://www.vigilanzaprivataonline.com/component/tag/portierato.html. Per un esempio “sceneggiato” di queste pratiche di dumping interno, tipiche del settore (dove in realtà quasi tutti gli operatori forniscono entrambe le tipologie di servizio di vigilanza – armata e non decretata – anche perchè c’è una chiara richiesta da parte della committenza), si goda un assaggio della nostra minifiction di denuncia!

A presto
Ilaria Garaffoni