security-manager-vigilanza-privataPubblichiamo un quesito sul security manager negli istituti di vigilanza privata: “Con il DM 269/10 si è previsto – per alcune figure interne all’istituto – l’obbligo di frequentare un corso universitario. In base alla tipologia di istituto, queste figure dovranno poi ottenere la certificazione UNI 10459. Domanda: quale libero professionista certificato UNI 10459 consulente della security, posso operare presso gli IVP come security manager, pur essendo un esterno?

L’Esperto risponde:

“Il Ministero dell‘Interno, con la circolare emanata a commento del DM 115/2014, pubblicata sul sito ufficiale della Polizia di Stato, ha precisato che “tutto il personale impiegato nel processo di certificazione (auditor, componenti del comitato di delibera ecc.) non deve intrattenere rapporti di dipendenza o collaborazione con istituti di vigilanza privata o con associazioni di categoria degli stessi o di parentela ed affinità entro il secondo grado con i gestori o i responsabili d’istituti di vigilanza”. Considerato che il DM 115/2014 fa esplicito riferimento ai rapporti di dipendenza, la “collaborazione” deve essere intesa nel senso dell’esistenza di un rapporto di lavoro continuativo tra l’istituto di vigilanza o l’associazione di categoria e il professionista, con ciò escludendo i rapporti di mera consulenza.

La gestione del relativo requisito può avvenire con la dichiarazione, rilasciata dagli auditor, cosi come di seguito impostata:

Esempio di dichiarazione

Oggetto: Dichiarazione resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 8 dicembre 2008 n. 445

Il sottoscritto (nome e cognome)
nato a ….. il ….. e residente in .. (città) alla Via ….. n. .., codice fiscale …..

CONSAPEVOLE
delle sanzioni previste dall’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2008 n. 445, nel caso di dichiarazioni mendaci di formazione o uso di atti falsi, sotto la sua personale responsabilità, ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2008, n. 445,

DICHIARA
di non intrattenere rapporti di dipendenza o di parentela e affinità entro il secondo grado con i gestori o i responsabili di istituti di vigilanza privata.

Luogo, data e firma”.

Grazie per aver fatto sentire la tua voce obliqua!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss