IVRI nel programma di Borsa Italiana per l’internazionalizzazione

27 Apr 2016

di Ilaria Garaffoni

Luciano Basile - AD IVRIMILANO – IVRI, Istituti di Vigilanza Riuniti d’Italia, è tra le 30 società ammesse quest’anno al progetto ELITE, il programma ideato da Borsa Italiana nel 2012 per accelerare la crescita delle imprese anche in ambito internazionale, supportandone lo sviluppo organizzativo e manageriale. L’annuncio, formalizzato questa mattina a Piazza Affari durante l’evento di presentazione delle nuove società del programma, dà ulteriore slancio all’evoluzione di IVRI già intrapresa nel 2014 con la sua acquisizione da parte di BIKS Group SpA e il crescente consolidamento del marchio simbolo di eccellenza nell’ambito della sicurezza privata a livello nazionale.
Essere parte del progetto ELITE ci riempie di orgoglio e conferma la posizione di leadership della nostra società – commenta Luciano Basile, Amministratore Delegato di IVRI (in foto). Abbiamo affrontato ogni fase della crescita di IVRI con forte senso di responsabilità, non solo imprenditoriale, ma anche sociale e questa opportunità conferma la positività delle nostre scelte. Intraprendiamo questo nuovo percorso consapevoli di poter essere attori e innovatori nell’ambito della sicurezza privata preventiva”.

L’ammissione al programma di Borsa Italiana amplifica infatti le potenzialità del più recente percorso intrapreso da IVRI con BIKS Group e la famiglia Basile.
L’azienda, sotto la guida del nuovo Direttore Generale Vincenzo Biagio Paradiso, ha infatti formalizzato importanti partnership internazionali, ha progettato l’integrazione dei classici servizi con i più innovativi cyber-security e antiterrorismo, ha programmato un importante percorso formativo per tutto il personale a diversi livelli e ha sostenuto l’apertura di una strategica area “Ricerca e Sviluppo”, disegnando così un innovativo percorso nel settore della security in Italia a valore aggiunto. ELITE prepara oggi la società ad ampliare i propri orizzonti strategici e commerciali anche oltre confine e ad avere un accesso qualificato alla comunità finanziaria.

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi