Vigilanza privata: nuova rottura datoriale per il rinnovo del CCNL?

11 Lug 2012

di Ilaria Garaffoni

ccnl-vigilanza-privata

ROMA – Il 3 luglio si è tenuto l’atteso incontro per il rinnovo del contratto nazionale della Vigilanza Privata che avrebbe dovuto suggellare l’avvenuta ricomposizione della parte datoriale ed avviare la trattativa ad una rapida conclusione. Invece – colpo di scena! – tra Assiv/Legacoop/Confcooperative e Federsicurezza sembra essersi consumata l’ennesima frattura, proprio in zona Cesarini. Non è chiaro per chi abbia fatto gol il compianto Cesarini (di certo non per le guardie giurate), ma sembra che il confronto proseguirà, come ormai mestamente da un anno, su due tavoli separati.

Si legge in una nota di Filcams CGIL: “Il confronto con Assiv/Cooperazione continua ad essere complicato: inaspettatamente la controparte ha proposto una nuova scaletta di argomenti da affrontare in tempi brevissimi, proponendo la chiusura del Contratto nazionale entro luglio. Proposta che tra le fila sindacali ha destato non poca perplessità, vista la quantità dei temi da dover affrontare e le divergenze fin qui espresse tra le parti. Se pur con qualche difficoltà, è stato deciso di procedere ad un confronto molto serrato per i giorni 27, 28, 29, luglio in ristretta, per proseguire nei giorni 30 e 31 luglio con tutta la delegazione”.

“La situazione è sempre più complessa” – dichiara Sabina Bigazzi (Filcams Cgil) – “e rischia di precipitare rapidamente. Proseguiremo nel confronto con molta cautela: una soluzione finale condivisa non potrà che essere nel rispetto delle esigenze e nei diritti dei lavoratori.”

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi