Vigilanza Privata: ok rilevare la temperatura ma con regole certe

Rilevare la temperatura corporea è tra i servizi più richiesti, con l’emergenza Covid-19, per guardie giurate e addetti alla security. Tuttavia tali operazioni, in condizioni non emergenziali, dovrebbero essere demandate a personale medico abilitato e solo laddove tale personale non fosse presente potrebbero essere affidate alla vigilanza privata. Peraltro solo a due condizioni: che il committente (supermercato, aeroporto, banca, cantiere etc) l’abbia richiesto espressamente e che siano rispettate specifiche regole a tutela degli addetti. Lo rammentano i sindacati Filcams-CGIL; Fisascat- CISL e Uiltucs-UIL.Quali sono le regole che l’Istituto di vigilanza deve rispettare?

Innanzitutto l’impresa deve produrre la richiesta documentata del servizio effettuata dalla Stazione Appaltante; poi deve informare e formare il lavoratore su come eseguire la rilevazione evitando rischi, e ovviamente deve consegnare al lavoratore tutti i presidi di sicurezza richiesti (mascherine, visiere, guanti, igienizzante).
L’impresa deve poi redigere un corretto ordine di servizio per tale attività, indicare al lavoratore come gestire la rilevazione del dato in conformità della Privacy e indicare come trattare il caso sospetto nel rispetto della dignità del soggetto rilevato positivo.

Per garantire il rispetto di queste ed altre regole, i sindacati hanno richiesto alle aziende di istituire dei Comitati aziendali per condividere e vigilare sulla corretta attuazione delle linee guida anti contagio previste dal Protocollo del 24.04.2020, in sinergia con il medico competente e l’RSPP. Eventuali irregolarità potranno essere passibili di denuncia alle autorità competenti. I lavoratori cui non siano consegnati i DPI adeguati possono inoltro, previo confronto con il RSA RLS, interrompere il servizio fino al pieno ripristino delle corrette condizioni di sicurezza.

 

Protocollo 24 Aprile 20 Condiviso Misure Di Contrasto Covid 19
Protocollo 24 Aprile 20 Condiviso Misure Di Contrasto Covid 19
protocollo_24_aprile_20_condiviso_misure_di_contrasto_Covid_19_005.pdf
4.3 MiB
93 Downloads
Dettagli