Gestione grandi eventi: presto una circolare sugli addetti al controllo

evento-mega

A seguito delle difficoltà riscontrate dalle agenzie di security a soddisfare le richieste nei grandi eventi, stanti gli obblighi di regolarizzazione del DM 06/10/09, AISS ha sottoposto al Ministero dell’Interno una proposta volta a snellire le procedure, nel pieno rispetto delle normative.
Tale proposta pare essere stata accolta, tanto che a breve dovrebbe essere emanata una circolare in tal senso. Di seguito riprendiamo la lettera inviata dall’AISS all’Amministrazione dell’Interno, che fissa in un operatore ogni 125 presenze di pubblico il rapporto ottimale per la gestione dei grandi eventi.

Continua a leggere

Corsi per ex buttafuori: paga il lavoratore?

Salve Direttore,
per svolgere servizi di security non armata la mia Agenzia richiede un corso dal costo di 350 euro per ottenere il “brevetto”. Il costo rientra nella norma e deve essere a carico del lavoratore?
Tra l’altro sono un ex poliziotto, ho superato il corso alla scuola di polizia per vice commissari ispettori e sovrintendenti di polizia di stato di nettuno (roma): cos’altro vogliono insegnarmi?
F.M.

Continua a leggere

Buttafuori: ci si può iscrivere all’elenco da privatista?

Salve Redazione,
leggendo questo articolo dedicato ai c.d. buttafuori (clicca qui per leggerlo), mi sono venuti dei dubbi. Svolgendo questo lavoro saltuariamente, mi sono informato presso la Prefettura di competenza per eseguire l’iscrizione all’albo privatamente (avendo io già seguito il corso), ma le risposte sono state diametralmente opposte: a Bologna occorre una visita amniostica e solo dopo si può fare richiesta (anche se tuttora a Bologna non esiste l’albo…), mentre a Ravenna l’iscrizione si ottiene solo tramite investigatore privato o gestore del locale per il quale si svolge il servizio. Chi ha ragione?

Continua a leggere

Ex buttafuori: si avvicina l’ora X

buttafuori-vigilanza-privata

REGGIO EMILIA – Ormai manca poco: entro il prossimo 31 dicembre chi svolge servizi di controllo di attività di intrattenimento e spettacolo (c.d. ex buttafuori) deve assolutamente regolarizzare la propria posizione, pena una sanzione da 1.500 a 5000 euro in capo al lavoratore e, ovviamente, in capo a chi impiega soggetti non iscritti all’albo Prefettizio od omette la preventiva comunicazione al Prefetto. Considerati i tempi di somministrazione dei corsi di formazione richiesti dal Decreto Maroni e quelli di iscrizione nelle liste prefettizie, l’ora X non è così lontana.  

Continua a leggere

Corsi per ex-buttafuori: solo un proforma?

ex-buttafuori-vigilanza-privata

Addetto servizi di controllo, oggi.
Buttafuori, fino a pochi mesi fa.
Questa è, a prima vista, la principale differenza portata dal Decreto Maroni del 06 ottobre 2009.
In realtà ovviamente le differenze sostanziali sono ben altre, come vedremo. Ma leggendo con attenzione il testo, si ha come l’impressione che il Legislatore sia intervenuto nei confronti dell’apparato legislativo stesso, piuttosto che nei confronti delle figure professionali e delle Agenzie.

Continua a leggere