Venivano da Scampia i tre minorenni che hanno colpito la guardia giurata Francesco Della Corte alla metro di Piscinola, morta ieri notte dopo quasi 20 giorni di dolorosa agonia. Volevano rubare una pistola: non ci sono riusciti, ma Francesco è morto. “L’ennesima evitabile tragedia che colpisce le Guardie Giurate”  – scrive alla nostra redazione Fabio Padovani, Presidente di A.N.G.G.I – Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane.

“Una categoria allo sbaraglio più totale, la nostra, vittima di un sistema inappropriato, legata a burocrati che legiferano senza cognizione di causa, spesso senza sapere nemmeno cosa significhi fare una pattuglia notturna, lavorare in solitudine nel nulla che ti circonda, non avere tutele né giusti riconoscimenti. Mentre aspettiamo che qualcuno che abita i palazzi del potere si accorga di noi, noi ogni giorno rischiamo di non tornare a casa dalla famiglia. Siamo incatenati da mille circolari, ma non cambia mai nulla: non è un sistema nuovo che avanza, ma il vecchio che torna…

Per A.N.G.G.I. è ora di mobilitare la categoria e di fermarci fino a quando le istituzioni non accoglieranno le nostre richieste.
Non è una lotta contro il datore di lavoro, ma contro chi ci deve tutelare come lavoratori, cioè lo Stato. I sindacati stanno a guardare: non ce n’è stato uno che abbia detto o fatto qualcosa.
Senza voler togliere nulla ad altre categorie, se  fosse successo ad un portuale o ad un operaio dell’autostrada, sarebbero di certo apparsi titoloni e sindacalisti inferociti che avrebbero invocato la sicurezza sul Lavoro. Perchè per noi Guardie Giurate la sicurezza sul lavoro non deve esistere?!

Noi chiediamo che sia sancito l’obbligo della doppia guardia in tutte le postazioni e pattuglie notturne e diurne: non si dica che non è possibile perché i costi sarebbero troppo alti!
Nessun costo potrebbe coprire la perdita di una vita. Quindi mobilitiamoci: facciamo muovere questi personaggi che ci devono tutelare per far sì che non ci sia mai più una morte che, ancora una volta, si poteva evitare.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss