Come promesso, dopo l’incontro con le Associazioni di categoria del settore vigilanza privata, l’On. Nicola Molteni ha incontrato le rappresentanze sindacali del comparto per farsi un quadro completo e dettagliato della situazione. Situazione peraltro particolarmente tesa per lo stato di agitazione e la proclamazione dello sciopero indetto per i giorni 1 e 2 Febbraio 2019.  Durante la riunione al Viminale, le OO.SS hanno rappresentato al Sottosegretario all’Interno Molteni le questioni maggiormente avvertite dal personale che opera nelle imprese di sicurezza privata.

Tra i temi affrontati, la necessità di incrementare la qualificazione tecnica e professionale delle aziende e del loro personale, il carattere usurante del lavoro delle guardie giurate, le criticità derivanti dalle dinamiche di mercato (dumping contrattuale incluso), la richiesta di iniziative e sinergie per contrastare il fenomeno dell’abusivismo.

I sindacati hanno apprezzato l’attivazione, a partire dal 1° febbraio 2019, del database nazionale delle guardie giurate ed hanno accolto l’impegno del Ministero dell’Interno a discutere nei primi giorni di marzo lo schema di decreto ministeriale per la definizione dei requisiti di formazione delle guardie giurate. Un decreto molto atteso, che chiuderebbe (dopo 10 anni di gestazione) il quadro del processo di riforma del settore partito nel lontano 2008, peraltro su impulso europeo. Analoga soddisfazione è stata espressa per l’impegno dell’Amministrazione a voler definire il processo di certificazione di qualità della totalità degli istituti di vigilanza.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video