Guardie giurate con funzioni antipirateria: gli Armatori chiedono una proroga

proroga-antipirateria-vigilanza-privata

Mentre entra in vigore il Decreto che porterà le guardie giurate a lavorare sulle navi con funzioni antipirateria, l’Associazione che raccoglie gli armatori italiani Confitarma chiede una proroga al 31 dicembre 2013 (rispetto all’attuale scadenza del 30 giugno) per impiegare operatori privati armati.
Questo dal momento che dei famosi supercorsi formativi, propedeutici all’impiego delle GPG, finora non si è vista manco l’ombra.

Confitarma auspica inoltre l’apertura di un tavolo interministeriale di lavoro, che includa anche le rappresentanze degli Istituti di Vigilanza Privata, per analizzare le possibili modalità di entrata in vigore del Decreto. Sembra insomma che ci siano alcune cosette da mettere a punto.