ROMA – A seguito di un incontro formale tra il Presidente di Federsicurezza, Luigi Gabriele, e l’On. Vincenzo Gibiino (PDL), che ha visto il Deputato particolarmente attento e sensibile alle problematiche della vigilanza privata italiana, Federsicurezza ha enucleato le proprie proposte di riforma normativa. Si tratta spesso di interventi di piccola portata, ma che potrebbero risolvere le principali patologie che affliggono un settore già oppresso dalla situazione congiunturale negativa e da una prolungata crisi d’identità.

Federsicurezza chiede in primo luogo di dare un taglio netto a quell’ambiguità normativa che rende ancora troppo sfumato il confine tra vigilanza privata e attività di mero portierato, prestando il fianco ad abusi di ogni genere e derive tariffarie. Si chiede quindi di includere nella riserva di attività che possono essere svolte solo da guardie giurate (art 256 bis del regolamento di esecuzione del TULPS) anche la vigilanza presso tribunali ed altri edifici pubblici, nelle installazioni militari, nei centri direzionali, industriali, commerciali o in altre simili infrastrutture a rischio. Finora l’esclusiva prevista dalla norma a favore delle guardie giurate non è stata attuata nemmeno dalle stazioni appaltanti pubbliche, figurarsi da quelle private.

Un secondo punto critico è la frequente aggiudicazione di gare a prezzi inferiori al costo del lavoro e agli oneri della sicurezza, in palese violazione del codice dei contratti pubblici. Sarebbe quindi opportuno intervenire sul codice appalti per rendere cogente il riferimento alla tabella dei costi del lavoro della vigilanza privata emanata anni addietro dal ministero del Lavoro e che tuttora rappresenta l’unico riferimento ufficiale in tal senso.

Un terzo punto critico è la questione dei network, che governano il mercato con tariffe ben lontane dai costi sopra rappresentati, forti del loro ruolo di meri “intermediari” (art 115 TULPS): Federsicurezza rammenta che tuttora giace in Commissione Affari Costituzionali la proposta di legge Bertolini, che potrebbe mettere una pezza alla situaizone attuale.

Lettera Federsicurezza all'on. Gibiino
Lettera Federsicurezza all'on. Gibiino
Sen. GIBIINO-28-marzo-2014.PDF
686.5 KiB
169 Downloads
Dettagli
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss