2 maggio 2022: sciopero della vigilanza privata

Era inevitabile, con un CCNL della vigilanza privata scaduto da 7 anni e trattative che fanno acqua da tutte le parti: il 2 maggio 2022 i sindacati hanno proclamato sciopero nazionale per tutti i turni di lavoro. I motivi? Lo “stato di sofferenza e di profondo disagio dei lavoratori e delle lavoratrici ingenerato dalla conclusione con esito negativo del negoziato avvenuta il 18 marzo 2022” – questo si legge nel comunicato sindacale unitario, che non possiamo che sottoscrivere.

Continua a leggere

Tra mobilitazione e dialogo: reazioni allo stop del rinnovo CCNL vigilanza privata

Oggi sit-in di lavoratori del settore vigilanza privata e servizi fiduciari presso la Prefettura di Catanzaro contro l‘affossamento della trattativa di rinnovo del CCNL di categoria. In un settore già a brandelli e che vive di appalti, il nuovo Disegno di Legge Appalti, che non rende più obbligatoria la “clausola sociale” in caso di cambio appalto, significa precarietà permanente e salari da fame. Lo dichiarano Giuseppe Valentino (Filcams Cgil), Fortunato Lopapa (Fisascat Cisl) e Caterina Fulciniti (Uiltucs Uil).

Continua a leggere

Stallo rinnovo CCNL Vigilanza Privata: la replica di Confedersicurezza

La lettera di alcune guardie giurate di Trieste giunta alla nostra Redazione è stata inviata anche alle Associazioni della vigilanza privata. Riceviamo e pubblichiamo la replica giunta da ConFederSicurezza e Servizi, nelle parole del suo Presidente Luigi Gabriele. Dalle quali emerge, oltre ad una profonda amarezza per l’esito delle trattative e il lavoro gettato al vento (forse anche per eccesso di temi che si sono voluti affrontare), la volontà di riprendere a negoziare il prima possibile, magari riducendo il perimetro di analisi e dando priorità alle emergenze sociali.

Continua a leggere

Stop al rinnovo CCNL Vigilanza Privata: lo sdegno di chi aspetta da sei anni

Dopo sei anni di chiacchiere sui temi più vari (qualifiche, mansioni, ambito di operatività del contratto, blabla), rimandi, meline di ogni tipo, la trattativa per il rinnovo del CCNL Vigilanza Privata e Servizi Fiduciari si è rotta, pare definitivamente. Inutile dire che in Redazione fioccano le lettere di sdegno. Ne pubblichiamo una, che incarna il pensiero di un settore la cui capacità di sopportazione ha davvero raggiunto il limite.

Continua a leggere