Dal ricovero per malattia e infortunio al day hospital, dall’intervento chirurgico alle cure dentarie: di seguito l’analitica delle prestazioni che il FASIV – Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa Vigilanza Privata – eroga per il tramite della convenzione stipulata con la compagnia assicuratrice Unisalute. Continua a leggere

Quando esporre un logo, una targa o un contrassegno sui mezzi di servizio è requisito obbligatorio per legge, non si paga l’imposta sulla pubblicità.
E’ il caso di chi opera nella vigilanza privata, che deve esporre il contrassegno sul proprio parco mezzi per ottemperare alle normative e ai regolamenti di servizio. Tuttavia il Dlgs. n. 507/1993 all’art. 17, comma 1, lett. i) esonera dal pagamento dell’imposta solo le insegne, targhe e simili – la cui esposizione sia obbligatoria – purché le dimensioni del mezzo usato non superino il mezzo metro quadrato di superficie. Continua a leggere

Dal prossimo 1 luglio 2019, si formalizzerà l’acquisizione del ramo d’azienda nella regione Veneto della Vigilanza Serenissima da parte del Gruppo Civis SpA.
L’operazione è volta ad incrementare presenza, qualità e capillarità dei servizi di vigilanza privata, teleallamr e servizi fiduciari a Venezia, Treviso, Belluno, Vicenza e Padova. Continua a leggere

Verisure. Lato tecnologie, un kit di sicurezza innovativo e avanzato affiancato da un servizio d’eccellenza di collegamento alla Centrale Operativa h24. Lato vigilanza privata, un modello di business che ha aperto un mercato residenziale che il comparto stentava ad aggredire per assenza di offerte calibrate e difficoltà a raggiungere il target.
Presente e futuro di un’azienda che in 5 anni ha creato 1.200 posti di lavoro in Italia fatti di ‘persone che proteggono le persone’… nelle parole di Ilker Mat, Direttore Generale Verisure Italia.

Continua a leggere

logo UILTUCSRiportiamo il comunicato diramato da Uiltucs-UIL e relativo all’ultimo incontro con le associazioni datoriali del comparto vigilanza privata per il rinnovo del CCNL scaduto nel lontano 2015. Temi delle giornate di lavoro: salute e sicurezza; classificazione del personale; malattia; cambio appalto. Interessante il nodo della malattia, che la parte datoriale vorrebbe rimettere in discussione, con particolari riflessi sul periodo di comporto (durante il quale il lavoratore malato non può essere licenziato): per Uiltucs è un no secco.

Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video