Sicurezza fisica, logica, dei dati e Covid: manca solo la vigilanza privata

“Sicurezza fisica, sicurezza logica e privacy: si riparte dal Covid?” – questo il titolo della tavola rotonda d’apertura di secsolutionforum 2021, che ha visto schierati alcuni rappresentanti del mondo della sicurezza fisica (Giulio Iucci, ANIE Sicurezza), della sicurezza logica (Alvise Biffi, Steering Commettee Cyber Security di Assolombarda), della sicurezza dei dati (Luciano Corino, Federprivacy) e della grande utenza (Alessandro Manfredini, Associazione Italiana Professionisti della Security Aziendale). Un parterre d’eccezione, moderato live da Ilaria Garaffoni, Direttore Responsabile di www.vigilanzaprivataonline.com, che coagulava le quattro “gambe” di un settore che si intreccia con mondi tangenziali in modo sempre più pervasivo. Ai quali anche la vigilanza privata dovrebbe cominciare a pensare.

Continua a leggere

Guardie giurate di prossimità per sconfiggere la paura

Quanto conta poter “vedere” la sicurezza? Quanto conta sapere di potersi rivolgere ad una guardia giurata, di potersi facilmente imbattere in una divisa, di poter immaginare una vigilanza privata “di prossimità”, amica e presente sul territorio? Quanto conta poter toccare con mano la sicurezza con una divisa, soprattutto per i 6 milioni di italiani che risultano essere panfobici, cioè terrorizzati da tutto, seconda l’ultima indagine Censis? Ne abbiamo parlato con Luigi Gabriele, Presidente di Federsicurezza, che ha commissionato l’indagine.

Continua a leggere

Manifestazioni fuori controllo: la security è ormai il regno dell’abusivismo

Transenne non presidiate, palco in balia dei tifosi, varchi inesistenti e 30mila tifosi senza mascherine. Sembra una Milano preCovid quella che abbiamo visto allo scudetto dell’Inter, ma sembra anche una Milano che non ha mai saputo della strage di Piazza San Carlo a Torino. Com’è potuto accadere? – si chiede Franco Cecconi, Presidente dell’Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria, che rappresenta il comparto della sicurezza privata legata al mondo degli eventi fieristici, musicali e calcistici.

Continua a leggere

Censis: meno reati, più paura. Ma c’è fiducia nella vigilanza privata

Il 2° Rapporto sulla filiera della sicurezza in Italia, realizzato dal Censis in collaborazione con Federsicurezza e presentato il 20 aprile in una conferenza online condotta da Luca Telese, ha messo sul piatto dati e spunti di riflessione sull’andamento dei reati durante l’emergenza, sulle paure degli italiani e su come l’offerta di sicurezza (pubblica e privata) venga percepita dalla cittadinanza. Il primo dato, illustrato da Anna Italia (Censis), è che l’allarme sociale resta alto nel paese anche se la criminalità è in forte calo, e mostra come – complice il distanziamento sociale – si stia affermando una paura dell’altro, anche tra i più giovani, rivolta verso l’intera società. La pandemia ci ha tra l’altro regalato la categoria dei panofobici: 6 milioni di italiani che vivono in ansia permanente, soprattutto donne e moltissimi giovani.

Continua a leggere

Ripartono sport ed eventi: e gli addetti alla sicurezza?

pallone-calcio-stewart-vigilanza-privata-onlineDal 1 maggio, secondo la roadmap annunciata dal Presidente Draghi, dovrebbe tornare il pubblico negli eventi sportivi e dal 1 Luglio dovrebbero riaprire congressi e fiere: che sia la volta buona per far ripartire anche un settore rimasto sinora senza lavoro e a lungo senza aiuti fiscali ed economici? Parliamo del non irrilevante comparto degli addetti ai servizi di controllo nelle attività di intrattenimento e spettacolo (ex buttafuori, per intenderci), che per oltre un anno hanno perso interamente il loro mercato d’elezione: eventi, fiere, spettacolo, sport, discoteche ecc.

Continua a leggere