Il 2018 si è chiuso con l’ultima tornata di negoziazione del rinnovo del CCNL della vigilanza privata, che ha messo a segno un testo essenzialmente condiviso sullo spinoso tema del cambio d’appalto. Nel nuovo approccio contrattualistico, tale procedura si dovrà attuare con modalità più vincolanti e non diversificate tra vigilanza privata e servizi fiduciari. Resta ad oggi in sospeso la definizione dei parametri per la quantificazione delle unità da trasferire. Tuttora insoluto, invece, è il tema della carenza di malattia, dove non sembra trovarsi un punto di caduta condiviso tra le parti sociali.
Prossimi appuntamenti 11 e 16 gennaio 2019 per affrontare bilateralità e contrattazione di secondo livello e passare a classificazione e salute e sicurezza.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss