Dopo i Tribunali, anche negli ospedali la “vigilanza privata” viene affidata ai portieri. Succede a Torino, dove la ASL metropolitana affida il “servizio integrato di vigilanza e antincendio” per i Presidi Ospedalieri Martini e Molinette ad un’azienda che si occupa esclusivamente di portierato. Il motivo, manco a dirlo, è il risparmio. Eppure l’allegato D, punto 3.b.1, del Dm 269/2010 chiarisce esplicitamente che i servizi di vigilanza nei siti ospedalieri, in virtù delle speciali esigenze di sicurezza che li contraddistinguono, debbano essere affidati esclusivamente a guardie giurate decretate.

Ci si chiede come sia possibile che vengano formulati bandi di gara, per giunta pubblici, deliberatamente contrari alla norma.
Come già successo due anni fa al Tribunale di Milano, la PA continua a chiedere professionalizzazione al settore ma è la prima a non rispettare le regole.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss