Bankitalia ha emanato un provvedimento in materia di adeguata verifica della clientela e di conservazione dei dati e delle informazioni per le imprese di custodia e trasporto di contante, titoli e valori tramite guardie giurate. Il provvedimento richiama l’approccio basato sul rischio di riciclaggio e finanziamento del terrorismo, specificando che la frequenza e l’estensione dell’adempimento vanno adeguati all’effettiva esposizione a tali eventualità. Esistono comunque dei criteri generali, enucleati nel decreto antiriciclaggio (Dlgs 125/2019) e ripresi da Bankitalia.

  • Individuazione delle coordinate necessarie per procedere alla profilatura della clientela, che dovrà prendere in considerazione i fattori di rischio di carattere sia soggettivo (ad es. la presenza di determinati indici reputazionali in capo al cliente) che oggettivo (riguardanti cioè l’operazione o il rapporto, ad es. la presenza di una quantità ingiustificata di banconote di taglio apicale tra quelle oggetto di trattamento).
  • Obblighi di adeguata verifica, con particolare attenzione agli obblighi semplificati e a quelli rafforzati (questi ultimi, con riferimento alla destinazione e all’origine delle banconote trattate).

Dall’entrata in vigore del Provvedimento (15 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale), gli operatori avranno due mesi di tempo per adeguarsi.

Banca D'italia Provvedimento 2020
Banca D'italia Provvedimento 2020
banca-ditalia-provvedimento-2020.pdf
97.1 KiB
50 Downloads
Dettagli
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail
Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video