Presidio permanente della Filcams-Cisl per la vertenza sulla vigilanza

16 Dic 2009

di Ilaria Garaffoni

(CAMPOBASSO). La FILCAMS CGIL, a seguito dell’assemblea svolta con i lavoratori della vigilanza, ha indetto a partire dal 15/12/09 un presidio permanente innanzi alla sede del Consiglio Regionale del Molise, volto a chiedere la salvaguardia dei livelli occupazionali delle guardie giurate che rischierebbero il proprio posto di lavoro qualora nel bando di gara già emanato dalla regione e riferito all’affidamento del servizio di vigilanza presso le strutture del Consiglio Regionale, venisse confermata il superamento della norma (oggi vigente) e relativa alla garanzia sia dei livelli occupazionali, sia del mantenimento dei diritti acquisiti proprio nei cambi di appalto.

Tale decisione deve considerarsi un pericoloso precedente anche per l’affidamento di servizi futuri in altri istituzioni pubbliche oltre che di enti e strutture private, creando situazioni di ingovernabilità dei processi occupazionali senza garanzie per i lavoratori. In un momento di crisi pesante quale è l’attuale, la FILCAMS ritiene opportuno che le istituzioni regionali siano le prime ad attuare politiche di salvaguardia dei lavoratori e dell’occupazione, principalmente nel settore della vigilanza armata, dove la professionalità e la competenza dovrebbero essere una garanzia anche per i committenti. E’ improprio il silenzio che si è manifestato sino ad oggi sull’argomento. La FILCAMS ha chiesto più volte di poter interloquire e comprendere le eventuali ragioni che hanno indotto l’amministrazione pubblica a procedere in tal senso, purtroppo, nonostante le reiterate richieste dal 12 novembre ad oggi, non è stato ancora possibile ascoltare ufficialmente gli organi regionali preposti, creando di fatto una situazione di incertezza futura per le maestranze.

http://www.termolionline.it

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi